Gli italiani che ascoltavano la radio negli anni trenta impazzivano per i motivetti cantati da tre sorelle ungaro-olandesi: Alessandra (Alexandrina), Giuditta (Judik) e Caterinetta (Catharina) Leschan, meglio conosciute come Il Trio Lescano.

Difficile trovare sui giornali dell'epoca informazioni dettagliate su queste ragazze, eppure le loro canzoni spensierate sono ancora oggi rappresentative di quegli anni.

Figlie di un contorsionista ungherese e di una cantante di operetta olandese di religione ebraica, i loro esordi non furono in campo musicale. Dopo un brutto incidente occorso al padre, la madre ne fece delle artiste circensi specializzate nel ballo acrobatico.

Con i loro spettacoli erano spesso in tournèe e nel 1935 si esibirono a Torino. Nella città della Mole il loro talento fu notato da Carlo Prato, direttore artistico della sede Eiar di Torino.

Inizia per il trio un percorso di studi canoro finalizzato alla fusione delle loro voci per creare qualcosa di unico per quegli anni. Carlo Prato armonizzò le voci delle ragazze dando vita ad un modo di cantare che richiamava lo swing.

Le tre sorelle diventarono il Trio Lescano. Nel 1936 pubblicarono il primo album accompagnate dalla celebre Orchestra della Canzone dell'Eiar diretta dal maestro Cinico Angelini.

Nel 1938 i loro guadagni si aggiravano intono alle mille lire al giorno. Pare che i dirigenti dell'Eiar non amassero molto le sorelle Lescano a causa del loro accento straniero, ma gli italiani cantavano e ascoltavano volentieri le loro canzoni.

Gli stessi gerarchi fascisti erano fan delle ragazze e questa simpatia pare le avesse salvate dalla persecuzione razziale in quanto la loro madre era ebrea.

Il 30 marzo del 1942, su proposta di Benito Mussolini, Vittorio Emanuele III concesse loro la cittadinanza italiana. Da questo momento in poi la storia si mescola alla leggenda. Alcuni testi riportano che al termine di uno spettacolo nel 1943 il Trio venne arrestato dalla Gestapo per motivi razziali, ma altre fonti smentiscono questa storia.

Sappiamo con certezza che nel 1946 una delle sorelle, Catharina, ufficialmente abbandonò le scene perchè prossima al matrimonio, ma pare che il vero motivo fosse di natura economica. Catharina fu sostituita da Maria Brina che fece parte del Trio fino al 1952, anno in cui anche lei decise di lasciare il gruppo che, da quel momento, si sciolse definitivamente.

In una intervista Maria Brina raccontò il motivo del suo ritiro. Oltre a dissapori economici con le due sorelle Lescano, la donna non accettava il fatto che il pubblico italiano non avesse mai saputo della sua esistenza perchè convinto che il trio fosse composto ancora dalle tre sorelle.

Catharina morì nel 1965, Alexandra nel 1987, mentre di Judik si sono perse le tracce.

 

Video

La Rai dedicò al trio la fiction: Le ragazze dell swing, 2010

Ripercorriamo insieme la storia musicale del trio attraverso le canzoni più celebri:

Signorina grandi firme, 1938, accompagnate da Carlo Moreno

Ma le gambe, 1938, accompagnate da Enzo Aita

Maramao perchè sei morto, 1939

La gelosia non è più di moda, 1939

Tulipan, 1939

Il pinguino innamorato, 1940, accompagnate da Silvana Fioresi

Pippo non lo sa, 1940, accompagnate da Silvana Fioresi

Camminando sotto la pioggia, 1942

 

Bibliografia

Wikipedia

Gabriele Eschenazi, Le regine dello swing: il trio Lescano, una storia fra cronaca e costume, Einaudi, 2010

 

Global News